Coinbase conferma la sospensione delle operazioni in Giappone

54
1032
Coinbase conferma la sospensione delle operazioni in Giappone

I clienti hanno tempo fino al 16 febbraio per ritirare i loro averi in fiat e criptovalute dalla borsa.

La borsa di criptovalute Coinbase (COIN) ha dichiarato di aver interrotto le sue operazioni in Giappone, adducendo come motivazione le “condizioni di mercato”.
I clienti hanno tempo fino al 16 febbraio per ritirare i loro averi in fiat e criptovalute dall’exchange, ha annunciato mercoledì Coinbase. I depositi di Fiat saranno sospesi il 20 gennaio.
Coinbase è entrata nel mercato giapponese dopo aver completato la sua registrazione presso l’Agenzia per i servizi finanziari (FSA) del Paese nel giugno 2021. La borsa segue le orme della sua omologa Kraken, che ha chiuso le sue operazioni in Giappone alla fine dello scorso anno.

Con l’inverno delle criptovalute sempre più duro alla fine del 2022 dopo il crollo di FTX, le società di criptovalute hanno ricalibrato i loro modelli di business per adattarsi alle condizioni. Di recente, Coinbase ha tagliato circa il 20% della sua forza lavoro – circa 950 persone – come parte della sua ristrutturazione.
Dopo la riduzione della forza lavoro, si è diffusa la notizia che Coinbase sta chiudendo le sue operazioni in Giappone.
Le borse possono anche cercare di ritirare o ridimensionare le operazioni in alcuni mercati, come hanno fatto Coinbase e Kraken in Giappone.
Il titolo COIN è attualmente in calo dell’1,61% a 53,27 dollari nelle contrattazioni pre-mercato al momento della stesura del presente documento, in un momento di rally per la borsa, che ha visto il suo prezzo di borsa aumentare di circa il 56% dall’inizio dell’anno.

Comments are closed.