Cosa sono i contratti future perpetui in criptovaluta?

34
480
Cosa sono i contratti future perpetui in criptovaluta

Cosa sono i contratti perpetui?

La negoziazione dei contratti perpetui è paragonabile a quella dei contratti futures; tuttavia, nel caso dei contratti perpetui, il trader dispone di una maggiore leva finanziaria e non scambia immediatamente le attività sottostanti.

I contratti futures, un tipo di strumento derivato, rimandano il pagamento e la consegna a date future prestabilite, mentre i contratti spot prevedono la compravendita immediata. Al contrario, un contratto perpetuo (che è un tipo di contratto futures) non ha un momento di regolamento fisso e una data di scadenza;

Finché il margine di mantenimento è sufficiente, gli operatori possono mantenere le loro posizioni lunghe o corte perennemente. L’importo minimo di garanzia che un utente deve avere per mantenere le posizioni di trading aperte è noto come margine di mantenimento.

Vediamo di capire la differenza tra i contratti futures tradizionali e i contratti perpetui attraverso un esempio. Nel caso di un contratto futures, il contratto futures sul greggio di gennaio di Alice, acquistato a 70 dollari al barile, scade alla scadenza indipendentemente dal prezzo. In alternativa, se acquista un contratto perpetuo, si impegna ad acquistare il greggio in un momento successivo a 70 dollari al barile. Questa garanzia, tuttavia, non è vincolata al tempo e ha la possibilità di uscire dalla posizione quando vuole e recuperare il margine.

Cosa sono i futures perpetui?

Nel 1992, l’economista Robert Shiller ha proposto un mercato dei futures regolati in contanti chiamato perpetual futures che non scadono e non prevedono la consegna o la copertura dell’asset negoziato, al fine di ridurre il costo del rolling over o della detenzione diretta dei contratti di criptovaluta. Tuttavia, tali contratti sono attivi solo nei mercati delle criptovalute.

Per ottenere un’esposizione a un’attività o a un indice sottostante, un trader può possedere un contratto future perpetuo a tempo indeterminato. Poiché i contratti non hanno una data di scadenza predeterminata, questa strategia consente di creare mercati futures per attività illiquide. Inoltre, a differenza dei futures azionari, che vengono regolati con la consegna dell’attività alla scadenza del contratto, i futures perpetui sono sempre regolati in contanti, cioè con la consegna fisica;

Inoltre, poiché non c’è consegna dell’asset, i perpetual futures facilitano il trading con alti livelli di leva finanziaria. La leva finanziaria è uno strumento di trading che gli investitori possono utilizzare per aumentare la loro esposizione al mercato, consentendo loro di utilizzare fondi presi in prestito forniti dal broker per effettuare un’operazione o un investimento.

Gli investitori possono coprire (mitigare il rischio) e speculare (aumentare l’esposizione ai movimenti di prezzo) sulle criptovalute con un’elevata leva finanziaria utilizzando i perpetuals, che non richiedono la consegna di alcun asset crittografico e non richiedono il rollover.

In sostanza, i futures perpetui sono un contratto tra controparti lunghe e corte, in cui la parte lunga deve pagare alla parte corta un flusso di cassa intermedio noto come tasso di finanziamento, e la parte corta deve dare alla parte lunga una ricompensa basata sui tempi di entrata e di uscita del prezzo dei futures;

I prezzi dei contratti future perpetui’sono mantenuti coerenti con i valori di mercato delle attività sottostanti che seguono grazie al meccanismo del tasso di finanziamento. Il finanziamento avviene ogni otto ore, ovvero alle 04:00 UTC, alle 12:00 UTC e alle 20:00 UTC. I trader possono pagare o ricevere finanziamenti solo se hanno una posizione in uno di questi orari. Il premio e il tasso di interesse costituiscono il tasso di finanziamento, che viene determinato in base alla performance di mercato di ogni strumento.

Ad eccezione di contratti come BNBUSDT e BNBBUSD, i cui tassi di interesse sono pari allo 0%, il tasso di interesse di Binance Futures’ è fissato allo 0,01% per ogni intervallo di finanziamento (0,03% al giorno). Il premio, tuttavia, fluttua in base alla distinzione di prezzo tra il contratto perpetuo e il prezzo di riferimento, che rappresenta il valore equo di un contratto future perpetuo ed è una stima del valore reale di un contratto rispetto al suo prezzo di negoziazione effettivo.

Inoltre, i profitti e le perdite sono regolarmente valutati al mercato e accreditati sul conto di margine di ciascuna parte, ed entrambe le parti sono libere di entrare nell’accordo in qualsiasi momento. La marcatura al mercato si riferisce al prezzo dell’asset di criptovaluta o di qualsiasi altro titolo al tasso di mercato corrente. Le variazioni del valore di mercato di un asset causano ai trader il regolamento giornaliero dei profitti e delle perdite.

Inoltre, a causa della mancanza di negoziazione scaglionata di contratti con diverse scadenze in borsa e della negoziazione di un singolo contratto future perpetuo per ogni asset sottostante, questa configurazione aumenta la liquidità del contratto.

Come funzionano i contratti future perpetui?

Quando il prezzo del contratto è superiore al prezzo del BTC, gli utenti con posizioni corte pagano il tasso di finanziamento, che viene rimborsato dagli utenti con posizioni lunghe, facendo sì che il prezzo del contratto si riallinei al prezzo del BTC/USD.

BitMEX, una borsa di criptovalute che tratta derivati di criptovalute, ha reso popolari i contratti perpetui come XBTUSD (Perpetual Bitcoin Contract). Utilizzando questo contratto, i trader possono creare posizioni con leva finanziaria che aumentano o diminuiscono di valore in risposta alle variazioni di un prezzo indice che rappresenta il prezzo a pronti del Bitcoin (BTC) in dollari statunitensi, determinato su una serie di diverse borse di criptovalute;

Il prezzo dell’indice è il prezzo medio di un’attività, che è determinato dalle dimensioni dei principali mercati a pronti e dal numero di scambi su tali mercati, in modo che i prezzi scambiati siano uguali o estremamente vicini ai prezzi del mercato a pronti.

Facciamo un esempio ipotetico per capire come funzionano i futures perpetui. Supponiamo che un trader abbia un po’ di BTC. Quando acquista il contratto, vuole che questa somma aumenti in linea con il prezzo di BTC/USD o che si muova nella direzione opposta quando vende il contratto. Considerando che ogni contratto vale 1 dollaro, se acquista un contratto al prezzo di 50,50 dollari, deve pagare 1 dollaro in BTC. Se invece vendono il contratto, ottengono 1$ di BTC al prezzo a cui lo hanno venduto (questo vale anche se vendono prima di acquistare).

È importante notare che il trader acquista contratti, non BTC o dollari. Quindi, perché si dovrebbe fare trading sui futures perpetui di criptovalute? E come si può essere certi che il prezzo del contratto seguirà quello del BTC/USD?

La risposta è attraverso un meccanismo di finanziamento. Gli utenti con posizioni lunghe ricevono il tasso di finanziamento (compensato dagli utenti con posizioni corte) quando il prezzo del contratto è inferiore al prezzo del BTC, il che li incentiva ad acquistare i contratti, facendo salire il prezzo del contratto e riallineandolo al prezzo del BTC/USD. Allo stesso modo, gli utenti con posizioni corte possono acquistare contratti per chiudere le loro posizioni, il che probabilmente farà aumentare il prezzo del contratto per allinearlo al prezzo del BTC.

Al contrario di questa situazione, si verifica l’opposto quando il prezzo del contratto è superiore al prezzo del BTC; cioè, gli utenti con posizioni lunghe pagano gli utenti con posizioni corte, incoraggiando i venditori a vendere il contratto, il che fa sì che il suo prezzo si avvicini al prezzo del BTC. La differenza tra il prezzo del contratto e il prezzo del BTC determina il tasso di finanziamento che si riceverà o si pagherà.

Quali sono i pro e i contro dei contratti future perpetui?

I futures perpetui offrono un’elevata leva finanziaria ai trader che non devono costantemente riaggiustare le loro posizioni e coprire i rischi nel trading a margine e a pronti. Tuttavia, questi strumenti finanziari non sono regolamentati, il che significa che le vittime non sono protette e gli inadempienti non possono essere sanzionati per la loro cattiva condotta;

Il trading sui futures perpetui consente agli operatori di acquistare o vendere un’attività sottostante senza una data di consegna prestabilita, riducendo la necessità di creare ripetutamente una posizione lunga o corta. Tuttavia, a causa dell’assenza di una data di scadenza, il rischio di controparte è elevato nel caso di tali strumenti finanziari;

Inoltre, i contratti future perpetui non sono autorizzati dalla Commodities Futures Trading Commission degli Stati Uniti, il che significa che, in caso di inadempienza, le vittime non saranno risarcite. Inoltre, poiché il valore del contratto e dell’attività sottostante convergono automaticamente con l’avvicinarsi della data di scadenza, nel caso dei futures tradizionali non è necessario mantenere un peg di prezzo;

Tuttavia, la necessità di legare i contratti perpetui ai valori di mercato correnti degli asset che rappresentano li rende prodotti di trading complessi. In ogni caso, quando il mercato oscilla contro gli ordini attivi e le posizioni aperte, i trader possono ottenere una copertura aggiuntiva con i contratti future perpetui per limitare i rischi nel trading a margine e a pronti.

Futures perpetui vs. futures tradizionali

Una delle caratteristiche principali dei contratti future perpetui è che non scadono mai rispetto ai contratti future tradizionali.

Nei contratti future tradizionali, una merce tangibile, come l’oro, deve essere consegnata in conformità ai termini e alle condizioni del contratto alla scadenza. Di conseguenza, l’oro deve essere maneggiato fisicamente, con un aggravio dei costi di custodia. Anche il periodo di tempo che intercorre tra il periodo attuale e il momento di liquidazione del contratto influisce sul prezzo dell’oro.

Con l’aumentare del divario, il prezzo potenziale futuro diventa più imprevedibile e la potenziale disparità di prezzo tra il mercato a pronti e quello dei futures tradizionali si amplia, aumentando i costi di detenzione del contratto. Tutte le posizioni aperte, tuttavia, scadono o vengono liquidate poiché il prezzo del contratto converge con il prezzo spot al momento del regolamento.

Al contrario, i contratti perpetui non hanno una data di riferimento futura, a differenza dei futures tradizionali, dove il prezzo del contratto e il valore dell’attività sottostante finiscono per convergere. La tecnica dei perpetual futures’ per imporre la convergenza del mercato a intervalli regolari è il tasso di finanziamento. Il tasso di finanziamento, che è una commissione condivisa dalle parti lunghe e corte, cerca di mantenere il prezzo del contratto in linea con il valore a pronti dell’attività sottostante e di evitare fluttuazioni sostanziali dei prezzi.

Comments are closed.