AZIONI

Azioni: Cosa sono, tipi principali, come si differenziano dalle obbligazioni

Cosa sono le azioni?

Un’azione, nota anche come equity, è un titolo che rappresenta la proprietà di una frazione della società emittente. Le unità di azioni sono chiamate “azioni” e danno diritto a una quota del patrimonio e degli utili della società pari alla quantità di azioni possedute. Le azioni vengono acquistate e vendute prevalentemente nelle borse valori e costituiscono la base dei portafogli di molti investitori individuali. Gli scambi azionari devono essere conformi alle normative governative volte a proteggere gli investitori da pratiche fraudolente.

RISULTATI CHIAVE

  • Le azioni sono una forma di titolo che indica che il possessore possiede una quota proporzionale della società emittente e sono vendute prevalentemente nelle borse valori.
  • Le società emettono azioni per raccogliere fondi per le loro attività.
  • Esistono due tipi principali di azioni: ordinarie e privilegiate.
  • Storicamente, le azioni hanno superato la maggior parte degli altri investimenti nel lungo periodo.

Capire le azioni

Le società emettono azioni per raccogliere fondi per la gestione delle loro attività e il possessore di azioni, un azionista, può avere diritto a parte dei beni e dei guadagni della società. Un azionista è considerato proprietario della società emittente, in base al numero di azioni possedute dall’investitore rispetto al numero di azioni in circolazione. Se una società ha 1.000 azioni in circolazione e una persona possiede 100 azioni, questa persona possiede e ha diritto al 10% delle attività e degli utili della società. Gli azionisti non sono i proprietari di una società, ma le società sono un tipo speciale di organizzazione perché la legge le tratta come persone giuridiche. Le società sono soggette a tassazione, possono contrarre prestiti, possono possedere proprietà e possono essere citate in giudizio. L’idea che una società sia una “persona” significa che la società possiede i suoi beni. Un ufficio aziendale pieno di sedie e tavoli appartiene alla società e non agli azionisti. La proprietà della società è legalmente separata da quella degli azionisti, il che limita la responsabilità della società e degli azionisti. Se la società fallisce, un giudice può ordinare la vendita di tutti i suoi beni, ma i beni degli azionisti non sono a rischio. Il tribunale non può obbligarvi a vendere le vostre azioni, anche se il loro valore potrebbe essere diminuito. Allo stesso modo, se un azionista principale fallisce, non può vendere i beni della società per pagare i creditori.

azioni borsistiche

Che cos’è la proprietà degli azionisti?

Gli azionisti possiedono le azioni emesse dalla società, mentre la società è proprietaria delle attività detenute dall’azienda. Se possedete il 33% delle azioni di una società, non è corretto affermare che ne possedete un terzo. Tuttavia, possedete un terzo delle azioni della società. Si tratta della cosiddetta “separazione tra proprietà e controllo”. Il possesso di azioni vi dà il diritto di votare nelle assemblee degli azionisti, di ricevere i dividendi se e quando vengono distribuiti e il diritto di vendere le vostre azioni a qualcun altro. Se possedete la maggioranza delle azioni, il vostro potere di voto aumenta e potete controllare indirettamente la direzione di una società nominando il suo consiglio di amministrazione. Questo fenomeno si manifesta soprattutto quando una società ne acquista un’altra. La società acquirente acquista tutte le azioni in circolazione. Il consiglio di amministrazione è responsabile dell’aumento del valore della società e spesso lo fa assumendo manager professionisti, o funzionari, come l’amministratore delegato. Gli azionisti ordinari non gestiscono la società. L’importanza di essere azionisti è che si ha diritto a una parte dei profitti della società, che è alla base del valore di un’azione. Più azioni si possiedono, maggiore è la quota di utili che si ottiene. Molte azioni, tuttavia, non distribuiscono dividendi e reinvestono gli utili nella crescita dell’azienda. Questi utili non distribuiti, tuttavia, si riflettono comunque nel valore di un’azione.

Qual è la differenza tra azioni e obbligazioni?

Le azioni sono emesse dalle società per raccogliere capitale per far crescere l’azienda o per intraprendere nuovi progetti. Esistono importanti distinzioni tra chi acquista le azioni direttamente dalla società quando le emette sul mercato primario o da un altro azionista sul mercato secondario. Quando la società emette azioni, lo fa in cambio di denaro. Le obbligazioni si differenziano dalle azioni per diversi aspetti. Gli obbligazionisti sono creditori della società e hanno diritto agli interessi e al rimborso del capitale investito. In caso di fallimento, i creditori hanno la priorità legale rispetto agli altri stakeholder e saranno ripagati per primi se la società è costretta a vendere le attività. Al contrario, gli azionisti spesso non ricevono nulla in caso di fallimento, il che implica che le azioni sono intrinsecamente più rischiose delle obbligazioni.

Come si acquistano le azioni?

Il più delle volte le azioni vengono acquistate e vendute in borsa, come il Nasdaq o il New York Stock Exchange (NYSE). Dopo che una società si è quotata in borsa attraverso un’offerta pubblica iniziale (IPO), le sue azioni diventano disponibili per gli investitori che possono acquistarle e venderle in borsa. In genere, gli investitori utilizzano un conto di intermediazione per acquistare le azioni in borsa, che indicherà il prezzo di acquisto (l’offerta) o il prezzo di vendita (l’offerta). Il prezzo delle azioni è influenzato, tra l’altro, dai fattori di domanda e offerta presenti sul mercato.

Come si può guadagnare dal possesso di azioni?

Ci sono due modi per guadagnare possedendo azioni: i dividendi e la rivalutazione del capitale. I dividendi sono distribuzioni in contanti degli utili della società. Se una società ha 1.000 azioni in circolazione e dichiara un dividendo di 5.000 dollari, gli azionisti riceveranno 5 dollari per ogni azione posseduta. La rivalutazione del capitale è l’aumento del prezzo dell’azione stessa. Se si vende un’azione a qualcuno per 10 dollari e in seguito l’azione vale 11 dollari, l’azionista ha guadagnato 1 dollaro.

È rischioso possedere azioni?

Tutti gli investimenti presentano un certo grado di rischio. Le azioni, le obbligazioni, i fondi comuni di investimento e i fondi negoziati in borsa possono perdere valore se le condizioni di mercato diminuiscono. Quando investite, fate delle scelte su cosa fare delle vostre attività finanziarie. Il valore del vostro investimento può aumentare o diminuire a causa delle condizioni di mercato o delle decisioni aziendali, come l’espansione in un nuovo settore di attività o la fusione con un’altra società. Storicamente, le azioni hanno sovraperformato la maggior parte degli altri investimenti nel lungo periodo.

In conclusione

Un’azione rappresenta la proprietà frazionaria del capitale di un’organizzazione. È diversa da un’obbligazione, che funziona come un prestito fatto dai creditori alla società in cambio di pagamenti periodici. Una società emette azioni per raccogliere capitali dagli investitori per nuovi progetti o per espandere le proprie attività. Il tipo di azione, comune o privilegiata, detenuta da un azionista determina i diritti e i benefici della proprietà.

1 Step 1
Consulenza Gratuita
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder