Bitcoin, Ether si mantengono stabili dopo il fallimento di Genesis; i trader di criptovalute dicono che le cattive notizie erano calcolate.

12856
60890
ethereum

“È incredibile vedere come il bitcoin abbia reagito alla notizia del fallimento di Genesis”, ha twittato lunedì un osservatore di criptovalute, meravigliandosi della reazione in sordina della criptovaluta di punta alla richiesta di protezione dalla bancarotta di una delle più grandi società istituzionali di prestiti di criptovalute.

Il Bitcoin (BTC), la principale criptovaluta per valore di mercato, ha scambiato in stasi a circa 21.000 dollari, registrando un guadagno dello 0,7% su base 24 ore dopo la notizia di Genesis. La seconda criptovaluta più importante, ether (ETH), è passata di mano vicino a 1.545 dollari, con un aumento dell’1,2%, secondo i dati di CoinDesk.
Tuttavia, non tutti sono rimasti sorpresi dalla resistenza di bitcoin ed ether.

“Il mercato sembrava aspettarsi la dichiarazione di fallimento di Genesis nelle ultime 48 ore, dato che lo sconto sul GBTC si è improvvisamente allargato di nuovo. Con la dichiarazione di fallimento di Genesis, si elimina un peso negativo dal mercato e gli investitori in criptovalute possono finalmente concentrarsi sui fondamentali”, ha dichiarato Markus Thielen, responsabile della strategia e della ricerca presso il fornitore di servizi di criptovalute Matrixport.

Lo sconto del Grayscale Bitcoin Trust Shares (GBTC) rispetto al bitcoin sottostante detenuto nel fondo è aumentato dal 36% al 42% questa settimana, secondo i dati forniti da YCharts. Grayscale, Genesis e CoinDesk sono filiali indipendenti del Digital Currency Group (DCG).
La minaccia di fallimento di Genesis si è fatta largo da quando il prestatore ha bloccato i prelievi dopo il crollo della borsa FTX di Sam Bankman Fried a novembre.
I timori di contagio dell’FTX hanno tenuto sotto pressione il mercato delle criptovalute negli ultimi due mesi del 2022, anche se i venti contrari macroeconomici si sono trasformati in venti di coda e gli asset di rischio tradizionali sono saliti.

“Tutti sapevano che sarebbe arrivato”, ha dichiarato Mike Alfred, investitore di valore e fondatore della piattaforma di investimenti in asset digitali Eaglebrook Advisors, riferendosi alla costante azione dei prezzi sul mercato.

Alfred, tuttavia, ha messo in guardia da un continuo flusso di cattive notizie. “Ci sono altre due o quattro aziende che sono insolventi dal punto di vista valutario, e ci vorrà uno shock probabilmente dall’economia reale per rivelarlo”. L’aumento dei tassi, unito a un’impennata della volatilità e/o a un problema di debito sovrano, potrebbe far precipitare qualche altra azienda”, ha osservato Alfred.

Detto questo, il mercato potrebbe continuare a mostrare una certa resistenza alle cattive notizie, vista la mancanza di venditori sul mercato, come gli analisti hanno detto a CoinDesk all’inizio di questo mese.

Inoltre, il mercato delle criptovalute ha visto una ripresa del toro questo mese, con il bitcoin e l’ether che hanno guadagnato rispettivamente il 27% e il 29% e i trader sofisticati che si affannano ad aggiungere esposizione al rialzo.

“I volumi delle transazioni hanno ricominciato a salire sulla blockchain di Ethereum e questo ha fatto sì che le criptovalute abbiano sovraperformato gli asset tradizionali, come le azioni statunitensi, del +25% dall’inizio dell’anno”, ha osservato Thielen.
Thielen ha affermato che la via di minor resistenza per il mercato si trova sul lato più alto, mentre ci si dirige verso il periodo stagionalmente rialzista del Capodanno cinese. Quest’anno il periodo inizia il 22 gennaio e termina il 9 febbraio.

“L’acquisto di bitcoin alla fine del primo giorno del Capodanno cinese e la sua vendita 10 giorni dopo avrebbe reso in media +9%, con tutti gli ultimi otto anni (2015-2022) che hanno mostrato rendimenti positivi. Si tratta di un rapporto di successo del 100%”, ha dichiarato.

 

Comments are closed.